Carissimi Genitori,
L’inserimento alla scuola dell’Infanzia è un’esperienza ricca di significati e di emozioni e rappresenta un passaggio importante verso l’autonomia le la socializzazione.
L’inserimento è un processo che richiede gradualità costanza e pazienza, ma soprattutto fiducia nelle capacità di vostro figlio.
Perché il bimbo possa compiere questo passo in modo sicuro e sereno è fondamentale che il genitore sia sereno e, la sua presenza a scuola, nell’accompagnarlo e nel saluto, sia rassicurante e di mediazione rispetto al nuovo ambiente e alle nuove persone.
La gradualità dell’inserimento evita al bambino un brusco distacco familiare, permettendogli di sperimentare gradualmente relazioni di fiducia e significative con le nuove figure adulte. La flessibilità nei tempi e nelle modalità è una caratteristica fondamentale dell’inserimento: si comincia con poche ore di presenza assieme ai genitori e agli adulti di riferimento e si procede gradualmente. Per questo i primi due giorni sono dedicati ai nuovi iscritti.

 CONSIGLI UTILI PER UN BUON INSERIMENTO
Avere fiducia nelle capacità del proprio bambino è il primo fondamentale passo. Anche i bambini che sembrano più fragili e indifesi hanno enormi risorse e sono in grado di apprendere velocemente regole e comportamenti semplicemente osservando i compagni.

E’ normale che ogni nuova esperienza possa generare delle difficoltà. Occorre, quindi, non dare nulla per scontato ed essere pronti ad affrontare eventuali problemi senza ansia. Ogni bambino ha i suoi ritmi, e anche chi ha già frequentato il nido si trova a sperimentare una situazione diversa.

Accogliere il pianto come una reazione normale, che non è di per sé negativo, anzi, comunica molti messaggi che vanno osservati con cura e premura, ma è il modo più normale che un bambino ha di opporsi di fonte a una novità.                                                                                                     

Se piange, non scappo e lo rassicuro, guardandolo negli occhi e dicendogli che tornerete a un determinato orario, quello reale. Non andate via appena lo vedete distratto e vi sembra sereno, ma salutatelo per bene. Al momento di andare, siate decisi nell'allontanarvi, perché il bimbo sente il vostro timore.                                             

Incoraggiarlo con un sorriso e date ascolto ai suoi racconti, un sorriso sereno vale più di mille parole, comunica al bambino che va tutto bene! Al loro rientro a casa date ascolto ai loro racconti quotidiani e partecipate con entusiasmo alle loro piccole e grandi conquiste.                                

Non avere fretta di lasciarlo per tante ore a scuola, quando è possibile lasciate che il bimbo viva un inserimento lento e graduale, i bambini hanno bisogno di tempi lunghi e distesi. Rispettare le regole della scuola, con l'aiuto ed il supporto degli insegnanti vengono sentite come unico mezzo per una buona convivenza nell'attività, nel gioco, nell'organizzazione degli spazi e dell'ambiente scolastico.
Lasciare che impari dai suoi errori, così avrà la possibilità di mettersi in gioco, di sperimentare e di imparare quello che non si deve fare.                                                                                       

Avere fiducia della professionalità degli insegnanti, in quanto sono professionalmente ed umanamente preparate a gestire le diverse problematiche che si potranno verificare e sono aperte ad una alleanza educativa con i genitori che porterà ad un successo formativo garantito.